Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 211
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0219
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0219
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
I Ér i i» X T E ,

Ì2.ÌÌ

LXXXI.

Bologna 5. gennajo 174

JN^uoyo m’è giunto che costi si compon-»
gan note alle nostre lettere (1), e più nuovo
ancora che in coteste note si metta a luo-
go di calunnia ciò, che s’era detto a com-
mendazione di alcuni > e non che nuovo
ma anche molesto mi è riuscito il sentire
che alcuna parte delle calunnie, che costi
credono di aver ritrovate nelle mie lette-
re principalmente , cada sopra Algarottin.
mio, al quale non vorrei dispiacere, quand’
anche non m’importasse nulla di dispiace-
re a tutti gli altri . Da questo voglio ch&
intendiate che io sono pur anche tutto vo-
stro ; che altrimente non potrei essere, es-
sendolo stato una volta ; e che di me stes-
so dovete più tosto a me credere, cui co-
noscete da tanto tempo, che non agli au*

tori

(ì) Lettere Familiari di alcuni Bolognesi
del Jiostro secolo . T. 2. 8.° in Bologna 1744-

O 3
loading ...