Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 234
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0242
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0242
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
2,34 L E $T T E R E

creduto che sia tanto lungo, se non dopo
avermelo il copista ricopiato ; il che fatto,
non ho voluto perdere la fatica di esso e
1 a carta , e sì vel mando , quale egli è . Sa
voi volete trovar subito voi stesso , potete
passar senz’altro alla pagina 9., la quale
ha fatto menzione di voi in due ìuoahi ,
mostrando che voi mi siate tanto ainico ,
che io possa anche scherzar con voi. Ye-
drete se ne siate contento ; perchè quella
pagina sarà contenta didisdirsi, e accomo-
darsi del tutto al piacer vostro ; nè meno
saran contente di farlo le altre pagine tut-
te, che a voi piacerà di ìeggere . E per-
chè non ispererò io che le leggiate tutte ?
Io ve ne prego e stringo quanto posso , e
quanto la vostra ilussione ed il vostro corno-
do vel permetteranno ; sebbene non vorrei
avere a condonarvi nulla per ragione di co-
testa flussione, la qual m’ è tanto nojosa y
quanto se fosse mia. Cacciatela adunque
anche per araor mio, se non l’avete fatto
a quest’ora; e leggete questo volume, che
io vi mando, e scrivetemene ; il che quan-
to più prestamente farete e più ininuta-
mente, tanto mi sarà più caro ; e caro oL

tre-
loading ...