Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 235
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0243
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0243
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
I W E X> I T E * fì55

tremodo ancora sarammi che voi il ritenia-
te presso di voi senza farlo palese ad al-
cuno ; di che potete intendere la ragione
per voi stesso ; ma io voglio in questo che
più che altra ragione vaglia presso di voi
il piacer mio . State sano , Algarottino mio ,
Addio. Addio .

★ O ★ O ★ O ★ O ★ O "fc O ★ O O * O * O ★ O -k O "fc
D E L CO N T E

ALGAROTTI

LXXXV.

Venezia 16. aprile

-Posso fìnalmente rimesso in salute scri*
vervi io stesso, e rimandaryi quello che da
buon tempo da me aspettate , la vostra par-
ticella cioò de’ fosfori beccariani . Non vi
posso dire di quanto piacere mi sia stata
cagione a questi dì la lettura di essa, in

cui
loading ...