Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 244
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0252
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0252
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
E

^44 L 'È T T E Jt

toniana, nè polita abbastanza ? A me par pe-
rò che in questa ultima edizione voi Tab-
biate avvezzata alquanto più alle mode ita-
liane; di che parmi veramente e che ella
stia meglio, e che l’Italia debba avervene
grado. Io certamente come una parte d’Ita-
lia, quantunque, per così dire, infìnitesi-
3na, ve ne fo plauso, e ve ne ringrazio .
Yi ringrazierò ancora e vi loderò somma-
mente dell’epistola vostra sopra il commer-
cio, come l’avrò ricevuta; il che ini pare
che si prolunghi oramai troppo e per lo
tempo , in cui me ne scriveste , e molto
più per lo desiderio mio. Vedete dunque
che non sia fatta ingiuria nè all’ uno , nè
all’ altro , e fate che io abbia cotesta epi-
stola vostra, ch’è quanto dire bella e leg-
giadra . Ma tornando al Neutonianismo ,
di cui vorreste togliere la proibizione , io
ho già scritto a Roma , e già ne è stato
parlato a nostro Signore da chi ha sernpre
procurato di tenervi in buon concetto pres-
so di lui . E benchè in simili casi soglia-
no le mutazioni, che voglion farsi, comu-
nicarsi prima alla congregazione, e poi stanx-
parsi , ciò che s’è fatto ora al contrario;

ad
loading ...