Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 249
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0257
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0257
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
I N E D I T E . 2,49

sa.no, ÀlgaroUino mio, ed amatemi, come-
fate .

*OA O★ O * O*0*0*0 + 0*0*0*0^0*

XG.

Bologna g. maggìo iy47°

Carissima mi sarebbe stata la vostra let-
tera de’i3. marzo, quand’anche non aves-
se recato seco il bel frutto del vostro ozio
germanico ; congiunta a questo mi è stata
ancor più cara . Io ho letto la vostra epi-
stola ornatissima , e l’ho fatta leggere a
questi nostri amici delle muse ^ il giudizio
de’ quali vi scriverei più esattamente , se
ne facessi tanto conto , quanto panni che
ne facciate voi. Nessuno quasi però è sta-
to, che disapprovando alquante cose, non.
ne approvi moltissime . Non istarò molto
a mandarla aRoma, perchè sia veduta da
quelli, che essendo amici miei, sono an«
che vostri. Da’quali intendo che gli esem-
plari ultimi del vostro Neutonianismo sono

stati
loading ...