Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 291
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0299
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0299
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
ì

N E D I T E .

%9l

IL

Bologna 29. aprile ìjZa.

Le nuove, che lio sentito del vostro fe*
lice viaggio e del vostro bene stare ini so-
no state gratissime , così lo fossero quelle
di vostro fratello , come io il desidero ed
a consolazione vostra e di tutta la vostra
casa . Io mi fìguro quanto mai cotesta di-
sgrazia frastorni quella allegrezza che per al-
tra parte a noi ne verrebbe : il perchè na
sento quel dispiacere che voi vi potete im-
maginare. Manco male che voi siete di quel-
lo spirito di ch’io so chevoisiete, e perciò
non bisognoso di chi vi conforti ; che v'as-
sicuro ch’io sarei il più imbarazzato uorao
di questo mondo, se io mi credessi ora do~
verla fare da confortatore. Gon tutto que-
sto però voglia Iddio che non vi si porga
giaminai occasione di dovere esercitare il
vostro spirito in simili cose, quando il po-
tete con soraino vostro onore e piacere dei
vostri amici impiegare in far sonetti e can-
T a xoni,
loading ...