Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 296
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0304
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0304
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
2q6 L e t t e r e

doii cogli altri. Per Ie interrogazioni che
lio fatto io sopra ciò quando l’ho trovato
opportuno_, mi hanno risposto tali cose , che
jni fanno credere che il motivo della pri-
jna , sia per non comparire presso a chi
leggerebbe le vostre composizioni un satiri-
co, e tanto più in cotesta città di Roma,
ove vi potrebbero essere attribuite molte
satire, solo perchè foste una volta compar-
so presso alcuni per un poeta satirico . Io
credo senza che vi dica altro che voi ri-
conosciate da chi principalineute venga que-
sto consiglio, il quale io, se la voìessi fare
da saccente e da politico , approverei in par-
te, mutando però mezzotermine alla cosa,
cioè persuaderidovi a leggerle a pochi ; non
potendosi far comparire una satira per non
satira col mutare solamente il titolo in quel-
lo disermone. Perdonatemi, se io ho usa-
to della paroìa di persuadervi, la quale mi
è caduta dalla penna , non avendo io in-
tenzione di darvi un consiglio che voi da
voi rnedesimo vedete , senza che nessuno
vel dica. Perchè poi siano stati esclusi que'
vostri sonetti, il medesimo signore zio non
lo sa nè pur egli, e mi disse che non sel

ri-
loading ...