Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 311
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0319
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0319
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Titedite. 5ii

tìrna lettera che ne ayete mandato s4- co*
pie coir indirizzo al signor marchese Guh
do . Questo cavaliere è fuori di Bologna >
non so se aYenezia, o aFerrara. Mi sono
raccomandato al sig* marchese Gio: Paolo
perchè egii faccia ogni diligenza per tro~
varli, ma non si sono per anche trovati 1
Se essi sono venuti col corriere, potrebbe
essere che fossero stati portati all’ inquisi-
zione, ove non sarà poi difsìcile a riscuo-
terli, non essendo libri proibiti ; se poi gli
avete mandati per mezzo di un qualche
particolare, io non saprei ove battere il ca-
po per trovarli, se voi non mi scrivete a
chi gli abbiate consegnati . La marchesa
Davìa ne vorrebbe una copia, e mi ha det-
to ch’ ella la pagherebbe a prezzo d’ oro 0-
L’ abate Davìa ne aspetta da voi , perchè
voi gliela avete promessa . II padre lettor
Galvani ne vorrebbe una anch’ egli ; altri
ancora che sarebbe lungo ilnominarli; tut-
ti domandano d’averne una alrneno in pre-
stito . Subito che i libri saranno trovati ,
Ye lo scriverò. II prirno periodo voi lo ave-
te accomodato inmodo, che eglistàbene,
parendomi assai più sostenuto di quello fos-

Y 4 sa
loading ...