Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 320
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0328
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0328
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
020

L E T T E R E
note che voi desiderate; il signor Manfre-
di poi farà forse lo stesso quando sarà ri-
messo dali’insulto che ora lo travaelia aì-

O

quanto; io non mancherò di ricordarglielo.

Garo il mio signor Francesco , compatite
se io vi ho scritto così malameate , e in
modo, che forse avrete fatica a leggere ìa
iettera . Convenendomi domani sera fare
ima dissertazione per l'Accademia, mi tro-
vo molto occupato, temendo che mi possa
inancare il tempo , siccliè ho scritto con in-
smita fretta .

Mi è stato di molta consolazione il sen-
tire che sia stata aggradita costì Ia risposta
alle diffìcoltà propostemi dal conte Belloni,
iì quale voi riverirete a mio nome. Vi rin-
grazio delle liuove che mi avete dato di
Maupertuis . Povero Maupertuis l Povero
Voltaire ! Addio .

*

*

■k O*
loading ...