Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 323
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0331
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0331
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
I E X) 1 T E .


XI.

Bologna i5. agosto 1 y53.

.ì^ ra le molte cose che vi debbo scrivere
non mi sazierei mai di ringraziarvi dell’af-
fettuosa memoria che conservate di me »
per cui non posso dirvi qual piacere ne
senta e quali speranze io concepisca dalla
vostra amicizia. Son ben sicuro che un al-
tro amico simile non si trova al mondo .
Se voi avete creduto che io mi prenda xnol-
ta parte nelle cose vostre e principalmen-’
te per ciò che riguarda il vostro libro, ave*
te creduto bene; perchè io lo considero co-
me se fosse mio, e mi sento tal volta ve*
nir la rabbia, dovendo sosfrire che alcuni
privi di buon senso e incapaci di giudica-
re ne dicano male. Certo che questo libro
ha incontrato molta critica qui in Italia, e
principalmente presso quelli che non cono-
scono altro che il Boccaccio , a'quali non
piacendo lo stile , altro non resta da pia-
cere. JXel passato mese abbiamo fatto um

X s ra-
loading ...