Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 334
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0342
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0342
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
534 L E T T E R E

Torino diretto al pad. maestro Ginlio Ac^>
cetta, a me poi nou mancheranno occasio-^
ni per farlo venire a Bologna. Quanto van-
taggio avrebbe fatto al vostro libro, se ne
aveste avuto bisogno , la Blosofia del Vol-
taire, che pretende di metterla a portata
di tutto il mondo ! Io l’holetta, e non tro-
vo in essa lo spirito del Voltaire : in un
certo modo vi trovo piuttosto il vostro ,
dacchè egli v’ha rubate molte cose. Quel-

10 non è un libro nè di galanteria, nè di
filosofia . Ho inteso un giudizio che ne è
stato dato in consronto del vostro. Dicono
che voi occuìtate quello che sapete, e che

11 Voltaire vorrebbe mostrare di sapere as-
sai più di quello ch’ei sappia. Voi avrete
per avventura ricevuta una lettera del sig.
Manfredi ; e se egli vi ha inviate qualche
ncte sul vostro libro , pur troppo saranno
le ultime . So bene ch’egli vi ha scriito
che procuriate col Cassini di avere certi
tomi di cotesta accademia che a lui man-
cavano, e vi commise , caso che non li
aveste avuti in dono, di coinperarli. 11 si-
gnor Eraclito Manfredi vi prega dello stes-
so, purchè non li comperiate . Se il Cus-
loading ...