Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 343
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0351
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0351
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
I N E X) I T E « 343’

clii, cìie esigono il tributo dagli akri sen-
za neppure mostrarne aggradimento . Ho
scritto aucora a Petroburgo a m.r de l’Isle
colla medesima fortuna . Mi trovo senza
nuove della coraeta , fuorchè d’alcune po-
che d’Italia, le quali nel suo genere si pos-
sono paragonare alle nuove del Caffè di
Gioannino . Voi se ne sapete , scrivetemene
qualche cosa. Sarà impossibile ch’essa sion
sia stata veduta in Petroburgo , in Londra ,
paesi tuttisettentrionali, i quaìi avranno ve-
cluto per lungo tempo il fenomeno senza
tramontare sotto il loro orizzonte ; sebbene
la lunghezza dei crepuscoli potrebbe aver
loro pregiudicato assai . Di questa cometa
ne ho detto abbastanza: voi ne intendere-
te il resto dalla reìazione . Ditemi un po-
co : avete voi ricevuta una mia Iettera, nel-
la quale vi pregava per parte del sig. Era-
clito Manfredi a trasmetterini unacopia, o
l’originale stesso , che tenete presso di voi,
cleila crouologia del signor Eustachio Man-
fredi di felice mernoria ? Qui si pensa a
stampare tutte le sue opere , con qualche
flemma però che è inseparabile dagli stam-
patori bolognesi} e perchè il manoscritto

Y 4 che
loading ...