Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 345
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0353
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0353
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
INEDITE. 345

se voi siete uomo risentito_, dovete vendi*
carvene , scrivendomene una altrettanto lun-
ga . Datemi il piacere di servirvi in qual-
che cosa. Tutto quello che ho stà tutto a
vostra disposizione . Non siate scrupoloso
a comandarmi , perchò mi fareste torto .
Addio, mio Checchino, vorrei costà veni-
re con questa lettera a trovarvi, e baciar-
vi. Addio .

*o*o*o*o*o*o*o*o*o*o*o+o*

XIY.

Bologna 4* gennajo l'jAo.

Scrivo a vostro fratello acciocchè mi man-
di la cronologia, che voi a suo teinpo ve-
drete stampata . II dottor Eraclito ama di
averla presso di sè e di farla stampare qui
in Bologna, non ostante la lentezza dei 110-
stri stampatori , la quale si accorda benis-
simo coila ilemma degli autori. La voglia
che ha di assistere allastampa, perchè rie-
gca corretta, gli fa anteporre Lelio dalla

Yoipe
loading ...