Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 351
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0359
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0359
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Inedite^ 35U?

glio giudicare, che ne avete conoscenza .
Yoi mi prometteste in un’ altra vostra d’
inviarmi un’ altra co|)ia del poema di Pe-
tronio più corretta e limata della prima „
e con essa un discorso sopra la poesia ; ma
forse vi siete iidato tanto sopra la prima
spedizione, che avete poi trascurato la secon-
da. Piisolvetevi per questa, e cercate una
strada più sicura. Mi aspetto che le osti-
lità che continuamente si commettono tra*
Spagnuoli e Inglesi ahbiano iino a distur-
bare un commercio fra due amici, e che
le vostre dissertazioni, in vece di venire in
Italia , abbiano ad essere trasportate nel pae-
se delP ignoranza. Che non si teme quan-
do si tratta di cose che sono vostre ? I
quattro versi che ini avete inviato di Vol-
taire mi piacciono assai più del sonetto, ed
io li sostituirei in suo luogo nel vostro li-
bro , purchè essi non offendessero la vo-
stra marchesa , che in tutto il libro fate
comparire di quel carattere che volgarinen-
te si chiama onesto. La prefazione che ave-
te aggiunta al vostro libro , mi pare scritta
piacevolmente e semplicemente. ”Vi si scor-
ge un animo libero in chi l’ha scritta, ed
loading ...