Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 354
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0362
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0362
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
S54 L E T T E R E

60 io? Io vi bacio sin di qui? e sono così
pieno divoi, che parmi d’averlo fatto per-
sonalmente. II marchese Guido vi saluta,
come ancora l’Annina e tutti di casa Pe-
poli. L'Annina non è ancora la delizia d’
un marito , Ella ha tutte le attrattive che
abbisognano per procacciarselo, ma non è
corrisposta da eguale fortuna . Un certo
eroismo e naturale sprezzante, di cui fa pom-
pa , la mette in istato di distinguere più
quelli che le vanno a genio , che quelli che
potrebbero fare la sua fortuna. 11 marche-
se Gio: Paolo vorrebbe sapere da voi se co-
stì si trovino le cronache, o istorie d’Inghil-
terra di Gofsredo Arturo . Costx si lavora-
no, o sono già stati lavorati due quadranti
per la nostra specola da cotesto famoso
Graham . Se voi aveste occasione di parlar
Con lui, o con altii che ne fossero infor-
mati, io sarei curioso di sentirne qualche
jiovella. Io sono tutto vostro ,
loading ...