Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 356
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0364
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0364
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
■56 6 L £ T T E R 2

che voi eravate passato in Prussia , colà
chiamato dal Re, e questa nuova la inte-
si dalle gazzette . Dappoi un certo miìord
Deshford , da voi con una vostra lettera rac-
comandatomi, mi disse non saper nuìla di
eiò, ma che lo credeva prohabile ; perchè
sapeva che voi eravate ben veduto da quel
Principe. Stetti lungo teinpo dubbioso se
ciò fosse vero, non avendone da altra par-
te alcun riscontro, ma vedendoyi poi più
volte nelle gazzette, nelle quali eravate con-
siderato come riforinatore, o direttore della
Università di Berlino, e consigliere delre,
cacciai quell’ importuno dubbio, che suol
sempre aversi in ciò che si desidera . Ul-
timamente poi ho inteso che voi siate de-
stinato per plenipotenziario , coine vi dis-
si, alla Gorte di Francia . Tutti fanno le
jneraviglie che un giovine della vostra età
sia destinato ad un impiego così riguardevo-
le e di tanta importanza ; ma io più mi
ineraviglio di loro , che abbiano imparato eo-
sì tardi a conoscervi degno di qual si sia
onore . Questa lettera pare scritta a tutti
altri, che a voi, giacchè non ho scritto, che
le vostre nuoye. Ma che yolete ch’io scri-
loading ...