Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 360
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0368
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0368
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
56o L E T T E R E

to che non partirò, che verso la metà dx
quaresima, dopo il qual tempo cominciano
le vacanze delle scuole e dell’Instituto. Mi
dite che potrei venire col corriere di Ro-
ma, lo che trovo assai comodo per me di
accompagnarmi con persona pratica, senza
la quale Dio sa quante pazzie farei in sì
piccolo tratto di cammino. Scriveteini per-
ìanto quando trovate voi comodo che io
parta ; se avete voi avvisato il corriere, o
pure se lasciate a me la cura di parlargli,
o di venire in qual altro modo che io tro-
vassi opportuno. Se yoi scrivete al corrie-
re cli Roma che mi prenda in passando,
siccome egli non sì ferma che pochi mo-
menti che bastino per mutar cavalli e pren-
dere le lettere , bisognerebbe che voi mi
avvisaste anticipatainente perch’ io potessi
essere pronto , e perchè potessi aver sod-
disfatto a quei doveri di convenienza con
questi nostri senatori, a’ quali bisogna pu-
re aver qualche riguardo . Sarà egli vero
che io sia fra poco per rivedervi? Quante
cose ci avremo a comunicare insieme ! E
qual piacere non sarà egli per ine di sen-
sire un dettaglio delle vostre avventure clac-

chè
loading ...