Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 366
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0374
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0374
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
566 L e t <r é r s

ce ella sopra di voi, e qual compiacetiza

non dimostrava della vostra grandezza?

Essa e restata come rapita e fuori di
sè dal piacere che voi vi ricordiate di lei ?
e che dopo il favore di tin Re e dopo
l’amicizia di tante altre donne pensiate a
regalare una vecchia cicisbea, come si fa-
rebbe di una giovine , di cui si volesse
far la conquista . Intanto debbo farvi per
lei miìle ringraziamenti, i quali ricevere-
te ancor da lei stessa con una sua lette-
ra , che mi ha promesso per un altro or-
dinario . Le dissi che aveva portato meco
una vostra traduzione del poema di Petro-
nio che doveva far leggere a questi no-
stri letterati. Ella mi esibì la sua casa, se
si avesse voluto fare una radunanza per leg-
gerla in compagnia. Accettai il partito , pa-
rendomi che a questo modo avrei satto con
più sollecitudine sentire i vostri versi e
avrei con più prontezza raccolto il parere
di inolti; di quello mi fosse stato lecito di
sperare , se avessi ad uno per uno conse-
gnata la traduzione, che sarebbe poi stato
difsicile a riavere per la loro e dirò nostra
naturale pigrizia. La radunanza si è fatta,

alla
loading ...