Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 387
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0395
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0395
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
ì N E O 1 T* É . 38^

tercalàre ogni quarto anno , e colla distri-
buzione dei mesi , come fìn ora si è pra-
ticata , fra’ quali quello , cbe anticamente
chiamavasi quintile , fu in onore di Cesa~
re denominato Giulio. La cura delle inter-
calazioni fu di nuovo commessa ai ponte-
fici, i quali errarono di bel nuovo nell’ese-
guirle; perchè in vece di lasciare 5. anni
comuni, e fare il quarto bisestile, due so-
* li ne lasciavano comuni , e ogni terzo fa-
cevano intercalare, per modo che in 36. an~
ni posero 12. intercalari, quando solamen-
te doveano farsene g. Ottaviano Augusto
fatto avvert.ito di tal errore , per porvi rs
paro ordinò che si lasciassero passare 12.
anni senza alcun bisestile, einendando in
tal guisa l’eccesso dei 3. giorni, che anti-
cipatamente si erano intercalati, e fece in-
cidere in bronzo l’ordine perpetuo delle ìn-
tercalazioni per ovviare agli errori neli’av-
venire. Questo è quanto ho trovato nella
cronologia, che io stimi poter servire al
vostro bisogno. Per quello poi che riguar-
da lo stato della astronomia al tempo di
Cesare, io per me credo che essa fosse an-
cor molto rozza e grossolana. Forse allora

B b 2 1 a
loading ...