Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 397
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0405
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0405
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
iNErjiTE.- 3gy

Iuogo, la quale è nata in me per nna cer-
ta compiacenza, che io trovo d’aver trat-
tato un soggetto come voi, che siete l’ono-
re della nostra Italia .

Oltre alle efemeridi, vi trasmetto il to-
mo della introduzione ad esse , opera del
signor Manfredi, che lo stampatore ha vo-
luto di nuovo pubblicare, per essere dive-
nuto raro e ricercato . Io poi vi ho fatto
alcune mutazioni, come vedrete, per po-
terlo unire alle nuove efemeridi, e far sì,
che i due libri possano unitamente spac-
ciarsi.

Yoi già sapete che mio zio l’anno pas-
sato si portò a Roma, ove si è trattenut©
fino a giugno di quest’ anno . Nel tempo
di sua dimora, essendosi colà stabilito di
rimettere l’accademia di san Luca, che si
era tralasciata pel corso di quindici anni,
fu mio zio impegnato dal Papa a far Fora-
zione in Campidoglio in occasione di det-
ta accademia, e del dispensarsi i premj aì
giovani pittori. Mio zio soddisfece al suo
impegno, e per quanto ho inteso dire, la
sua orazione fu molto commendata e ap-
plaudita, e fu in Roma stampata con queL
loading ...