Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 406
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0414
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0414
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
406 L E T T E R E

io stimo Ia sua persona oltremodo , e co-
me non Iascio questa occasione di giovar-
le quanto per rne si può col consiglio, co^
sì non lascierò mai alcun’altra che mi si
appresenti, nella quale io possa dimostrar-
le il desiderio grande , che ho di seryirla
con l’opera. La prego dunque a comandar-
mi dove io possa, e resto .

★o*o*o*o*o*o*o*o*o*o*o*o*

XI.

Boiogna 22. aprile iy5i. C1)

Tutto il giorno di sabato stetti speran-
do vostre lettere, ma giunta la sera dispe-
rai afsatto d’ essere di ciò consolata ; ma
all’un’ora di notte, quando meno i’mel
credeva , mi giunse una lettera del garbatis-
simo Eraclito , con una scatoletta, entro
la quale trovai il vostro grazioso foglio, il

quale

(1) Scritta a Venezia , ove insieme trovavansi
Zanotti ed Algarotti : e cosx pure le seguenti
IV. fino alla IX.
loading ...