Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 412
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0420
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0420
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
L K s: 'T È R, p.

4iz

IV,

Bologna ig. aprile

10 ho aspettato fìn ora le vostre lettere,.
jna senza pro > essendo già passata l’ora del
loro arrivo ; non voglio però farmi pnnti-
glio di questo, rtìa scrivervi io medesima
non badando per l’amicizia, che ho ad am»
bedue, se io son più tosto la prima, che
Tultima. E comincio col darvi nuove del-
la famosa conclusione > e se ben so che
da mille bande ne avrete e più copiose,
e più distinte , nondimeno nii piace di fre-
giare questo mio foglio , che sarà per sè
assai sgraziato, col bello e tanto a voi gra-
dito nome di m. Laura (x). Alle ore dunque
2,0. e mezza incirca dello scorso giovedì la
signora contessa Maria Ranxizzi, ed io an-
dammo in tutta gala a levar di casa la di-
fendente, servita, oltre le nostre carrozze,
da quella del sig. Gonfaloniere , dentro la

quale

(x) La celebre Laura Bassi ^
loading ...