Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 12): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-12]

Seite: 431
DOI Seite: 10.11588/diglit.28090#0439
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd12/0439
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
I N E D I T E » 4^1

Graa cosa , raio Zanotto ! Tntte le vo-
stre lettere non consistono , che in saluti p
e quando le volete arricchire un poco, vi
aggiungete cordialissimi, o cerimonie sora-
niiglianti; e altro non si ha a saper di voi
dopo un mese che siete costì? Chi ne par-
la a un inodo, chi a un altro ; un dice
che restate a Padova lettore ; un altro che
andate in Francia col putto, e nessun di-
ce che torniate. E voi, che non dovreste ,
tacete? Or che ha egli ad essere fìnalraen-
te di voi ? Bella cosa è certo aver a far con
giovinetto sì spiritoso e garbato ; ma vi si
ha mo’ a perder tanto , che si dimentichi
e si lasci del tutto questa povera vecchia?
Yia asfrettatevi, o fate almeno che io sap-
pia quel, che ha da esser di voi. Addio .
loading ...