Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 13): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-13]

Seite: 31
DOI Seite: 10.11588/diglit.28091#0039
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd13/0039
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
I N E D I T E .

A piena man spargete
Sovra lui fiori : e del vivace alloro,
JSfobil merce de’ bei sudori altrui,

53 Onorate V altissimo Poeta .

Non perderete i quattro ultirai versi ,
che rappresentano l’ invidia doma : quella
immagine entrerà in altro componimento,
quando vi piaccia : ed io sarei contento
che il fine della vostra lettera lasciasse ìl
lettore più persuaso dell’ ainor vostro per
ine , che del vostro sdegno contro Pantilio .

Un cavaliere d’ottirao gusto che ha tro-
vata la vostra lettera sul mio tavolino , e
che 1’ ha tutta letta con sommo piacere ,
mi sono accorto che ha inciampato nel
verso 67. Di costoro cotale è il cicalìo : se
in grazia sua volete o togliere , o tronca-
re quel vostro cotale, eviterete che un al-
tro non se ne offenda .

Ma io abuso troppo della vostra docilità
e della vostra pazienza, non meno che del-
la povera rnia testa tormentata dagl’ inco-
xnodi suoi . Tutto quello che ho osservato
nella Yostra lettera può difendersi, quarnlo

si
loading ...