Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 13): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-13]

Seite: 64
DOI Seite: 10.11588/diglit.28091#0072
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd13/0072
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
64 L E T T E R E

Ecco 1’ onore primo da madaina infanta
procurato al degno cavaliere crescere di
luce per questo nuovo tratto di splendida
munifìcenza .

II valorosissimo padre Bettinelli ed io
pur ci metteremo al lavoro . JNon dubita-
te. I vostri versi si vendicheranno di me,
che ardisco sostenerne ii confronto .

Tutta la lettera sulla traduzione della
Merope mi sarebbe stata cara, se si pote-
va avere. Ma almeno vedete se si posso-
no aver que’ miei versi, che trasportano
il racconto. Ho quasi tutta tradotta la
Merope di Voltaire. Non vorrei nuova-
mente nei racconto afsaticarmi , giacchè
mi posso valere del già fatto .

L’ amabilissima signora Cornelia Gritti
merita più frequenti le vostre visite e le
vostre adorazioni. Io non so come possa
ella di me risovvenirsi quando voi siete
con lei. Amatela, e vedetela ancor per
me', giacchè gii anni e le cure mie non
mi consentono più di pellegrinare in trac-
cia del bene .

Sono il vostro amrairatore ed amico, e
servo immutabilmente Yostro .
loading ...