Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 13): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-13]

Seite: 71
DOI Seite: 10.11588/diglit.28091#0079
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd13/0079
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Inedite. yi

lo vi ringi’azio distintamente d’aver let-
to alle due gentili e valorose dame costì
le mie povere cose, ed averle fatte parere
con la magia de.l recitar vostro degne d/
essere udite da loro . Sono ora imbarazza-
to in nuove commissioni, che rai fanno
poetare ad onta d’Apollo e delle rause.
Mestier cattivo è il nostro. Dobbiarno sog-
gettare l’ingegno a mille riguardi , e scri-
vere quando l’aura divina non c’ inspira .

Amatemi, e credetemi il vostro somrno
ammiratore ed amico vero e servitore .

E 4
loading ...