Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 13): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-13]

Seite: 113
DOI Seite: 10.11588/diglit.28091#0121
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd13/0121
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
N E D I T E .

XXIV.

Parma 18. novembre !759*

Esibitore di questa mia sarà il sig. Ales-
sandro Banzi, onorato e comodo cittadino
diParmà, Jfiglio di un padre filosofo e me-
dico insigne , il qual viene costà per per-
fezionarsi nelle scienze matematiclie . Egli
è un giovane verecondo e soverchiamente
timido . A1 padre suo , che molto è mio
amico , preme che io costì lo raccomandi
a celebri ingegni e maestri, ond’egli pos-
sa talora profittare de’ loro ragionamenti.
A chi posso meglio raccomandarlo, che a
voi, o lume chiarissimo della italiana let-
teratura ? Degnatelo qualche volta dei col-
loquio vostro , e sciogliete in lui quel ti-
snore, che ad uom di lettere , e debitor
di sè stesso alla società troppo disconvie-
ne. Ogni grazia vostra a lui fatta la scri-
verò al conto mio. Oso inviarvi copia d’un
sonetto, che ho presentato a questa real
corte per l’esaltazione del nuovo re catto-
To: XIII. H lico.
loading ...