Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 13): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-13]

Seite: 117
DOI Seite: 10.11588/diglit.28091#0125
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd13/0125
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
I N E D I T E .

117

XXYL

Parma 2.8. decernbre xySg.

E tornato ii secolo di Pirra. Oh che piog-
ge eterne ! Peggior terapi di questi non vi-
di mai 5 e ne ho veduti parecchi ; imperoc-
chè da gran tempo in qua per me su per
l’Alpi nevica. Ho piacere ehe le notizie del-
la sognata prospettiva vi siano giunte , e
molto più le bottigiìe di nettareo peralta .
Io sollecitai l’eseguiraento della promessa „
Non posso così sollecitar la spedizione del-
le stampe; imperocchè il divino genio mi
disse che non ne aveva , e che ne avreb-
be fatti tirare alcuni esemplari , e ve gli
avrebbe spediti * Non mancherò di farne
memoria, perchè ciò siegua. Poco faran-
no alle vostre lettere militari le approva-
zioni mie . Saranno immortali nella com-
mendazione de’ saggi} e neìla loro incom-
parabile beilezza .

Noi siamo ancor tutti attoniti dopo la
fatal perdita. Piaccia a Dio che questa non.

H 5 trag-
loading ...