Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 13): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-13]

Seite: 131
DOI Seite: 10.11588/diglit.28091#0139
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd13/0139
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Inedete. l5l

la sna patria felicissima . L’ho fatto, si ò
in Vinegia stampato e messo in luce. Ec-
covelo. Voi siete veneziano : non potete
che gradirlo , veggendovi corae voi siete
un illustre iiglio d’ una patria illustrissi-
ma. Vi si travede anche un pocolino Eamoi?
mio verso Aurisbe .

Restar pQtessi ove tu guidi e reggi
In lieto stato la fedel tua gente ,

O sempre iixvitta in terra e in mar possente
Città , che Atene e Pioma in un pareggi !

Te saggia onoro fra que’ patrj seggi,

Ove al tuo meglio ogni voler consente ,

Tutta valor , tutta consiglio e mente ,

Forte d’armi e di navi e d’auree leggi .

Qual ti laseiai, tal ti riveggio , e tale-
Te vedran tutti i sectjli remoti,

0 d’Adria cara al ciel donna immortale ;

E se torno a lasciarti, a te deyoti
To.rneran sempre su le fervid’ale

1 miei dolci sospiri ed i miei voti.

Ho detto tutto ciò, che Ia verità la giu-
stizia e l’amore rai hanno dettato. Non ho
detto di più ; perchè l’ingegno mio noa
può ir più oltre . Amatemi . Sono tutto
Yostro .

I a
loading ...