Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 13): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-13]

Seite: 138
DOI Seite: 10.11588/diglit.28091#0146
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd13/0146
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
l38 L E T T E R E

La mia edizione si va tardando per col-
pa mia ; ma vi giuro che senza asfettazio-
ne io temo la stampa. Mirate un po’ quan-
ti canzonieri a’ dì nostri sono usciti , e si
van di già dimenticando nelìe botteghe de’
libraj. Temo questa morte improvvisa de-
gli autori.

Amatemi , e credetemi il vostro osse-
quiosissimo servitore, amico ed ammiratore
eterno .

★ O ~k o ★ o ★ o * o * o * o * o ★ o ★ o ★ o * o ★

XXXIX.

Parma 27. aprile 1762.

"V^oi credete che si dorma sopra i vostri
comandamenti. Si veglia, si pensa ad adem-
piergli, e si sosfre quando non riesce. Per
trovare il tometto enciclopedico, che con-
tien l’estratto dell’ egregia vostra epistola
sopra il commercio, quanto non si è fati-
cato dal doraestico di monsig. du Tillot,
che custodisce e conosce la sua privata bi-

blio-
loading ...