Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 13): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-13]

Seite: 156
DOI Seite: 10.11588/diglit.28091#0164
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd13/0164
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
ì56 Lettere

te rae lo alleggerirai cortesemente compaten-
doraene . Da Checco (i) ebbi tua risposta
all’ ultima raia , e te n’ ho grazia ; che se
ben più volentieri leggo le cose tue , ove
sono più copiosamente scritte, pur quali
che sieno , purchè tue, jni sono carissi-
rae. E i’une e l’altre però desidero senza
rincomodo tuo ; e sJio potessi sapere o lun-
ga o brievemente che tu mi avessi scrit-
to, che’l ti fosse stato d’incomodo, ciò
amareggierebbe ogni dolcezza, che in leg-
gendo avessi proyata. Perchè scrivi quan-
do tu puoi, e quando t’ è grado $ che fra
gli amici non si denno usar tante ceriraof
nie. Addio .

(i) Francesco Maria Zanotti.

★o*
loading ...