Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 13): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-13]

Seite: 159
DOI Seite: 10.11588/diglit.28091#0167
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd13/0167
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Inedite. i5g

gione che io t’ abbia in mal punto scritta
questa ; così la vedrai sguajata ed insulsa .
Ma tu perdona al tempo e alle occupazio-
ni, che da ben fare mi distraggono . Sta
però certo della mia fede e dell’amicizia
mia, e chiedine qualunque prova, che più
t’aggrada ; che in questo fatto vedrai che
non isgarro. Sta sano.

★ O ★ O ★ O O ★ O ★ O ★ O ★ O ★ O ★ O ★ O * O ★

III.

Bologna z3. giugno irj41'

Colui, che questa mia lettera vi porge«
rà, quegli fìa quel Santarelii , ch’ io tre
mesi fa raccomandai effìcacissimamente al
vostro amore ed a la vostra fede . Poich’
egli vi avrà fatto quell’ onore , che al vo-
stro grado ed ai meriti vostri conviene ,
eonsentite ch’egli v’imprima sul viso mil-
le baci per me, pegni dell’amore, che vi
porto io, ch’io ho potuto ragionevolmente
commetter a lui per la liberalità della sua

fac-
loading ...