Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 13): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-13]

Seite: 160
DOI Seite: 10.11588/diglit.28091#0168
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd13/0168
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
ì6o Lettere

faccia e per Tonestà de’ suoi tratti ; e s’egli

conoscente di sè stesso si tenesse da sar*

10 , fateli animo con la vostra gentilezza ,
perchè non inanchi a sì premurosa com-
missione . lo non vi replico qui le racco-
xnandazioni di sua persona e del suo inte-
resse . Io vi scrissi tre mesi fa ch’egli mi
era assai caro. Ora vi dico ch io l’ho trat-
tato tre mesi dapoi, e ch’egli ha merita-
to d’essermi carissimo , e in questo grado
d'amore parte ora da me, e in questo sa-
rà da me conservato per siri ch’ io viva,
certo per l’indole sua , che il meriterà eter-
namente, tenendo dove che sarà quel co-
stume, che qui in Italia stabilmente ha te-
nuto. Ma egli non è solo caro a me, ma
caro similmerite a tutte ledame, a'miglio-
ri cavalieri ed ai più ietterati e dotti uo-
mini di Bologna , e segnatamente a tutti

11 vostri araici e al vostro Eustachio . Po-
stol per tanto nelle braccia vostre, il che
fo con questa lettera, altro non vi soggiun-
go . Egli sarà, o saprà farsi carissimo pure
a voi, e in questo caso ogni raccomanda-
zione sarà soverchia. Mi rivolgo dunque a
pregarvi di darmene novella frequentemen-

te,
loading ...