Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 13): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-13]

Seite: 165
DOI Seite: 10.11588/diglit.28091#0173
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd13/0173
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
I N E D I T E .

87. Kulla a temer cui nulla a perder resta

parmi clie ci volesse il verbo ha o è : per al-
tro bellissima traduzione .

*

IV.

Bologna 12. Lugtio 1741*

Eccov* le note, cbe sopra li restanti tre-
eento versi del vostro poema, io ho fatto
per compiacervi, le quali ho disteso con
quella sincerità d’ animo, da cui non es-
sendo solito discostarmi con alcuno , mi
recherei a vergogna il farlo ora con sì ca-
ro e sì onesto amico, come io reputo , e
come pur siete voi. Anzi vi dirò che co-
testa opera vostra, quantunque abbia mol-
te parti fedebnente e leggiasdramente tra-
dotte , tutta insieme riguardandola, non
mi sembra gran fatto degna di voi, e po-
sta a fronte delle poesie vostre proprie,
ìe quali per una parte sono piene di spi-

L 3 rito
loading ...