Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 13): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-13]

Seite: 169
DOI Seite: 10.11588/diglit.28091#0177
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd13/0177
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Inedite. i6g

sì, che ci mette in buona aspettazione di
sè. Se Dio il mi lascierà, voi avrete un
giorno dopo di me chi per me potrà se-
guire ad amarvi e ad onorarvi. Ma quel
de’miei fìgli, che io vorrei secondo l’uma-
na disposizione che più vi amasse ed ono-
rasse, si è ancora nel ventre della madre
sua, a cui, uscendone come spero fra cin-
<jue mesi al più, vi prego e supplico a vo-
ler esser padrino al santo Battesimo, com-
mettendo il nome vostro e l’opera a Chec-
co o ad Eustachio Zanotti, o a chi altro vi
piacerà . Cotesta è un’ opera di cristiana
carità, la qual voi, seguendo vostro stile,
non nieghereste a chi che si fosse, che la
vi chiedesse. Or tanto più confìdo che la
farete volentieri per un amico, il qual cer-
ca in tal guisa nuovi vincoli per istrigner-
si in amore con voi. Di che aspetterò cor-
tese risposta . Priegovi in fìne darmi nuo-
va di Santaresli, e se vi ha recato le mie
lettere e i miei saluti, se si è ancor pre-
sentato alla Maestà del re, se è stato udi-
to alla corte il suo canto , se piace, se
parvi costumato e prudente, siccome fra
noi è apparito. Egli mi sta sì forte a cuo-
loading ...