Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 13): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-13]

Seite: 178
DOI Seite: 10.11588/diglit.28091#0186
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd13/0186
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
L E T T E n E

178

V.

Bologna 11. ottobre IJ41,

La lettera precedente è quella stessa , che
io vi mandai a Berlino il di stesso, chrio
la scrissi, che fu il dodicesimo di luglio.
La providenza di Dio volle ch> io ne te-
nessi copia, cosa, ch’ io non soglio poter
fare , quantunque il volessi ; e sx tenni pu-
re copia delle osservazioni fatte al poema
vostro ; perchè l’una e le altre di nuovo
vi mando . E l' essere stato sì lungo a ri»
mandarle è addivenuto , prima , perchè
avendole pur francate , come si fa d’ ogni
lettera per Lainagna, ho sperato che vi
dovesser poi in fìne esser pervenute ; poi
perchè le doglianze vostre, che il mio San-
tarelli per voi mi ha rappresentate , mi
hanno trovato incomodato da una perico-
losa flussione , nella quale ho creduto do-
vermi ad ogni patto guardar dall’applica-
zion di ricopiare , la quale alla mia testa
è la cosa più molesta e pregiudiciale, che

av-
loading ...