Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 13): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-13]

Seite: 179
DOI Seite: 10.11588/diglit.28091#0187
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd13/0187
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
i

I N E D I T È .

Qvvenga. Di molte cose chieggo in detta
ìettera , come avrete veduto ; delle quali
attendo risposta con impazienza ; percioc-
chè quanto al parto di mia moglie, in cui
vi ho pregato d’essermi padrino , non ci
siam più lontani sorse due mesi. E quan»
to al saper novelle di voi , dovreste pur
iminaginare che è grandissimo tempo, che
ìe desidero . Quanto a Santarelli , egli
mi ha scritto più volte le grandi Hnezze ,
ch’egli riceve da voi, ed egii vi professa
tal’obbligazione da non dimenticarne giam-
mai. Spero per l’indole sua che il trove^
rete sempre degno de’vostri favori. E per-
ciò ringraziandovi di tutti quelli, che fat-
to gli avete, priegovi a continuarli gli ef-
fetti della vostra cordialità. Io ricevo e ri-
ceverò tutto questo siccome fatto a me,
che sì caldamente il vi raccornandai, e de-
sidero quando che sia di potervi dar segno
della gratitudine, che solo per questo con-
to vi professo. Salutatelo a mio nome ca-
rissimamente. Io non gli scrivo , ma gli man-
'do una lettera della marchesa Paolucci.
Ditegli che da poi che so ch’ egii sta mol-
ta parte del giorno in casa, io vo speran-

M z do
loading ...