Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 13): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-13]

Seite: 184
DOI Seite: 10.11588/diglit.28091#0192
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd13/0192
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
184 Lettere

vore , quanto mi è caro il pegno , a cui
s'appartiene . E questo pegno caro a rae
per esser parte di me medesimo , mi sa
anche più caro per la parte migliore e più
sana, che viene ad esser di voi. Io ve ne
ringrazio con ques più cordiali sentimenti 7
di ch’è capace un cuor conoscente del ri-
cevuto beneiicio. E vi prego, se per ami-
co iìno a qui per singolar grazia vostra
m’avete tenuto e trattato , e se a questo
sì caro vincolo io ho, se non diligentemen-
te, certo fedelmente corrisposto , che quin-
di innanzi per cosa non sol per utnana ele-
zione, ma per divino consiglio vostra me
riputiate, e come di tale così ne usiate a
talento vostro . Alla moglie mia ho dato
parte dell’ ottima disposizione vostra in fa-
vorirci, la quale era già serva vostra, ed
estimatrice delle vostre virtù da me più
volte tra' familiari discorsi predicatele. EI-
la ne ha sentito sommo piacere, e ini ha
commesso di ringraziarvene a suo nome ,
e di pregarvi a riputarla pur essa d’ora in-
nanzi vostra cordiale e divota serva. Io ho
temuto un teinpo , smarrita che intesi Ia
prima mia lettera de’12. di luglio, e voi

non
loading ...