Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 13): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-13]

Seite: 198
DOI Seite: 10.11588/diglit.28091#0206
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd13/0206
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
19§ L E T T E n E

tanto di maggior loda ed ammiraziope son
degni, quanto più di rado e più diffìcil-
mente avvdene clie in uno convengano .
Ad oggetto di corrispondere col buon vo»
lere , poichè non posso coi merito di al-
cun mio letterario lavoro, alla molta sua
urnanità e benevoglienza verso di me, ho
di nuovo scritto, perchè in Bologna si rac-
colgano, e il più tosto che sia possibile a
lei si mandino alcune coserelle inie, a tutt’
altri vrolgendomi che al nostro per altro
valoroso ed ottimo Fabri, la lentezza di
cui parmi oggimai che vada del pari con
Fignoranza, che il sempre vario e tumul-
tnante popolo de’ moralisti chiama invinci-
bile. Prego Y. S. Illustrissima ad accoglier-
le, quando che sia, con gentil gradimen-
to ed amore, al quaìe rne con esse viva-*
mente raccomandando, con vero ossequio
mi protesto.
loading ...