Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 13): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-13]

Seite: 207
DOI Seite: 10.11588/diglit.28091#0215
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd13/0215
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Inedite. 207

presso ìl Rossi. La prego adunque prove-
dermela e spedirla subito a Venezia a mio
fratello , al quale scriverò questa sera di
rimborsarla dello speso. La prego aggiun-
gere a dette vedute la stampa della fonta-
na di Trevi , e se vi fosse qualche altra
fabbrica edificata da alcuni anni in qua e
intagliata in rame . Ella vorrà per la gen-
tilezza sua condonare la noja, che le do .
A monsignore Malvezzi, al reverendissimo
padre Orsi e alla amabìlissima signora am-
basciatrice di Bologna la prego de’miei ri-
spetti, ma sopra ogni cosa la prego creder-
mì quale eon la maggiore stima ho Eono-
re di rafsermarmi.

A1 signor Domenico Fabbri la prego di-
re mille cose in mio nome.

Ella saprà, non ha dubbio , la perfetta
armonia tra questa corte e la santa Sede,
del che ogni buon cattolico dee trionfare.
II re ha una stima grandissima per la per-
sona di nostro Signore, in cui egli ammi-
ra tutti gli ornamenti delìe lettere congiun-
ti con pietà sovrana .

Io voglio pregarla di un altro favore, e
questo è di mandarmi un breve catalogo

de’pro-
loading ...