Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 13): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-13]

Seite: 213
DOI Seite: 10.11588/diglit.28091#0221
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd13/0221
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Inedite.

2l3

D E L CO N T E

ALGAROTTI

VII.

Berlino 8. febbrajo iy5i.

La supplico voler rimettere a S. S. Ia
qui inchiusa lettera ; in cui io gli mando
un’altra lettera del re scritta a me ripie-
na delle giustissime sue lodi , e per cui
egli conoscerà i sentimenti del re medesi»
mo verso dei cattolici. E questo non è il
solo argomento che io abbia della infinita
stima che ha il re di S. S. Moltissirne vol-
te io L ho inteso parlarne nella maniera
medesima che ne scrive . Ed in un’ opera
di S. M. ci ho veduto dei versi, ne’ qua-
I4 il più bel pennello poetico fa un somi-
gliantissimo ritratto delle tante virtù, che
adornano l’animo di S. S. ; virtù che tuttì
ammirano, e che a pochissimi è dato di
poter degnamente oelebrare . Diis geniti po~

O 3 uiQ-
loading ...