Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 13): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-13]

Seite: 280
DOI Seite: 10.11588/diglit.28091#0288
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd13/0288
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
s8o L E T T E R E

maraente lunga raenzione di ]ei , cui egli
conserva nel più alto grado di venerazione.
Ella vedrà in Iui un cavaliere , che tiene
onorevol luogo ne’giardini di Citera e nel
tempio d’Apollo.

Nulla le dico dell'opera nostra, di cui
gl’irapresarj promettono molto ; raa io non
vorrei farmi mallevadore della lor fede,
per non dover poi dire pieno di confusio-
ne, che non abbiarao 3 ni Lambert, ni
Moliere Tuttavia non inancherà il Man-
zoli, ottirao e raro soggetto , e degno di es-
sere udito, di procurare a rae la sorte sin-
golare di professarle in persona la inia ser-
vitù, come ora scrivendo rni rafserino.
loading ...