Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 13): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-13]

Seite: 292
DOI Seite: 10.11588/diglit.28091#0300
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd13/0300
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
&92 L E T T E R E

cetto : riverisco i castrati, ma mi sia lecì-
to di anteporre ai lcro trilli, i virtuosi che
hanno c.e buon gusto.

Io gli rispondo in francese, desiderando
di ottenere da lui 1 a replica in quella lin-
gua, nella quale egli può acconciaraente
manifestare la vivezza de’suoi pensamenti.

L’abate Frugoni mi ha chiamato a par-
te della raccolta che si farà per le nozze
della reale infanta di Parina. Questa volta
credo che ella non istarà ozioso ; e già rai
attendo un qualche suo leggiadro sciolto
degno di tanto argomento .

Più non rinovo complimenti, sapendo
che ella è persuasa del mio rispetto ^ e

sono.
loading ...