Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 13): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-13]

Seite: 299
DOI Seite: 10.11588/diglit.28091#0307
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd13/0307
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Inedite»

299

X.

Reggio 23. febbrajo 1 760,

L signor abate Spallanzani ben poto a V.
S. I. pensa di dare alle starape un piccio-

10 volume, e vuole procacciargli credito
anche col titolo di un illustre Mecenate .
Perciò non sapendo come meglio eseguire

11 suo ragionevole e giusto pensamento, ha
rivolto gli occhi sopra dilei, che può ora-
mai proteggere col solo nome suo chi co-
mincia ad entrare con pubblica prova nell’
agone letterario . Avendorai pertanto co-
municata l’ idea sua, non potei non com-
mendarnelo , ed egli in tal punto m’ im-
pegnò a farmene mediatore con V. S. I.,
dal che non potei ritirarrai , essendo io
molto premuroso deli’onore di quel giovi-
ne, per cui spero vedere accresciuto il no-
me della città nostra . Pertanto io la pre-
go quanto so e posso a non lasciare andar
vuoto un desiderio così giusto , e vincer©

quel
loading ...