Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 13): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-13]

Seite: 317
DOI Seite: 10.11588/diglit.28091#0325
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd13/0325
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Inedite..

lo sono pieno di obbligazione e di sti»
ma.

*o*o*o*o*o*o*o*o*o*o*o*o*

XVIII.

Reggio 19. decembre 1760.

M entre la letlera di V. S. Illustrissi-
ma mi ha ricolmato di ammirazione per
ìa vivezza somma , onde ella ha condito
in essa la più scelta erudizione, non pos-
so esprimere quanto a lei debba per l’ono-
re che a me viene dalle lodi gentili, che
ella mi dà. E se non conoscessi la parzia-
lità troppo benigna di cui ella mi onora,
sarei grandemente tentato di levarmi in
superbia. Ma so benissimo che ella non
sa usare che con gentilezza, e avendo tut-
te le virtù de’letterati, non ne ha alcuno
de’ vizj .

Resto ancor io molto persuaso di cjò
che ella dice intorno l’imitazion d’ Orazio

fatta
loading ...