Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 13): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-13]

Seite: 322
DOI Seite: 10.11588/diglit.28091#0330
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd13/0330
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
322 L, E T T E R £

quale, per quanto si dice, perchè io non;
vi ho parte alcuna , riesce egregiaraente.
E non potrà dessa sperare la sorte di aver
V. S. I. per uditore? Ella prevenirebbe a
me il piacere che avrò d’ inchinarraele
personalmente in Bologna questo luglio ven-
turo. Intanto ella prenda disposizioni favo-
revoli, e pensi che io sono sempre deside-
roso deironor de’suoi comandi pregiatissi-
mi , e pieno di ossequio mi confermo »

Alnnrpltuj' vii’. F-^Acvcfft st .
loading ...