Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 13): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-13]

Seite: 339
DOI Seite: 10.11588/diglit.28091#0347
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd13/0347
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
I E D I T E . S^C)

criiica alcuna . Ciò ch’ io notai nell’altre
epistole ad Ermogene ; fu unicamente per
dimostrarle che le aveva lette con qualche
attenzione, onde niun caso dee ella fare
nemmeno della mia osservazìone intorno
all’ aver il Caro scritta la sua traduzione
assai vecchio, perchè la di lei risposta è
giustissima, e da me pur preveduta. Yo-
leva per queste ultime notarle che taluno
avrebbe potuto dire , che siccome contro
il Dryden ella vuol usare l’autorità del suo
proprio Parnasso , così contro il Caro do~
veva allegare scrittori italiani, e non fore*
stieri ; ma assai bene ed eruditamente nel-
la lettera terza ha soddisfatto a questa istan-
za. Ella continui a farsi onore, ed a cre-
dermi tutto suo .

Y 3
loading ...