Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 13): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-13]

Seite: 345
DOI Seite: 10.11588/diglit.28091#0353
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd13/0353
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Inedite.- 345

D E L C O N T E

ALGAROTTI

VIII.

Potzdam 3. novembre iy47*

C^uanto non debbo io ringraziarla del bel
dono, di cui ella mi fa parte ! L'opera del
Yillani è cosa di gran pregio da per se
stessa dinanzi agli occhi miei ; ma non le
saprei abbastanza dire quanto più la mi
renderanno tale le belle annotazioni, deL
le quali con la vastissima sua erudizione
ella l’ha ornata. Quanto mi piace, signor
conte, di vedere rinovellati in lei i bei
tempi della nostra Italia, quando la cultu-
ra delle lettere andava congiunta con la
chiarezza del sangue , con le ricchezze ,
con la gentilezza delle maniere ! Di quest’
ultima sua qualità, che non la cede a ve-
run’altra, mi è pruova quanto ella mi di-
ce in proposito degli onori conferitimi d^

que-
loading ...