Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 13): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-13]

Seite: 348
DOI Seite: 10.11588/diglit.28091#0356
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd13/0356
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
348 L E T T E R E

coratento . Ora io Ia prego a volermi co»
municare l’ articolo di cotesto cliiarissimo
uomo, se per sorte l’avesse disteso . Mi
piacerà senza Jfine ch’egli sia stato fortu-
nato di tanto da trovare in lei una chiara
tromba . Se a questo articolo ella volesse
aggiungere anche quello del signor abate
Bressani, io potrei forse esserle di qualche
utilità, somministrandole alcun aneddoto in-
torno ad un uomo per se modestissimo,
e col quale io sono congiunto da qualche
tempo di stretta amicizia . Ella segua la
magnanima sua iinpresa , e mi creda pie-
no di tutti que’sentimenti, che son dovu-
ti al valor suo, coi quali ho l’onore di raf-
fermarmi.
loading ...