Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 14): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-14]

Seite: 22
DOI Seite: 10.11588/diglit.28092#0030
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd14/0030
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
22

L E T T E R E
ruppe con 1 a sfoggiata raollezza . Tutti gli
storici ne fan querele di questo asiatico
lusso introdotto, come precorritore delia
viciua decadenza della repubblica, afsret-
tandone esso , per così dire , ia vegetazio -
ne degli stati, coine ii piacere ne accele-
ra quella degi’iudivddui . Siccoine adunque
teneasi l’Asia per l’apportatrice di questo
flagelio de’costutni, così rnolto più l’India
rnillantata a que’ tempi Ia più fecouda d’
oro di gemme d’aromi e d'ogni genere
de’più preziosi prodotti, che a larga piena
arrovesciati nella sitibonda Roraa l’avreb-
bero vie maggiormente inviziata . Ecco l’im-
bel!e, o sia moile e voluttuoso, carattere
di que’ che nuotano nelle dovizie e negli
agi, che degenera in macchina] fievolezza
ed inerzia per l’inssuenza che tiene il mo-
rale sul fisico , far qui a proposito, e berx
assestarsi al verbo suo reggitore , ch’altro
noa indica, che rimuovere : e il senso n’è
che vittorioso con ì’armi Augusto sugli ul-
t’mi coalinì dell’Asia ne smuove quindi e
cliparte il tnolLe lussuoso Indiauo; e quan-
to piu vi si frapponea di terreno fra Pio-
ina e ITndia, tanto più questa ne venia co-

me
loading ...